martedì 10 aprile 2012

Ci risiamo!!!!

CORSO PSICODIZIONE-VERONA-DIARIO DI UN "VETERANO"
Giorno 1



"...e tu, piccolo, quanti anni hai? e come ti chiami?"
"...si parla sempre di Lorenzo, tuo fratello, e di te mai...."

Lo so...non capisci, caro amico.
Questo dialogo si è svolto ieri sera dopo la fine della prima giornata del corso di Chiara e PsicoDizione a Verona, la mia città...la città dell' amore..

Mi trovo all' uscita dell' hotel sede del corso, mi sto accordando con Marco ed Andrea, miei amici e corsisti, per andare a mangiare una pizza e mi ritrovo a parlare, un' ora dopo, al tavolo, davanti ad una pizza, con una bella famiglia di Firenze(ciao Laila e Mario) che ci aveva chiesto una indicazione per una pizzeria, dopo aver assistito al corso come veterano del loro bambino di nove anni.

Cosa c'è di strano?Chi è o è stato balbuziente non trova sensata questa domanda...
In una condizione così intima come è  mangiare insieme ad un tavolo, con persone fino a 5 minuti prima sconosciute, avrei vissuto minuti sui carboni ardenti e , sicuramente non mi sarei divertito!

Ed invece comunico....mi esprimo molto bene....mi sento molto bene...racconto di me ed ascolto interessato ciò che dicono gli altri...FINO-IN-FONDO!!!
Non guardo nel piatto ma negli occhi...non mi inceppo ma fluisco come un fiume saltellante sulle rocce..

Cosa è successo??

Sono tornato al corso di PSICODIZIONE come veterano e ho ripreso brio ed entusiasmo nello spingere le parole, nel fissare gli occhi e nel comunicare ciò che ho da dire...sì sì proprio a te..

Faccio esercizio con Manuel: all' inizio mi dice che non riesce a fissarmi negli occhi...alla fine lo fa con forza ed intensità e mi chiede di correggerlo dove sbaglio....wow!!
Credo abbia visto in me l' uso del metodo e questo mi riempie di gioia...
Quando Anselmo mi sposta verso un altro ragazzino...sento Manuel esclamare:"..nooo..proprio adesso!!"


Quanta umanità in quella sala...non mi stancherò mai di dirlo...quanta umana sofferenza si cela dietro a quegli occhi...capisco Chiara se mette così tanta forza, energia, entusiasmo ma anche tanta deteminazione e severità in quello che fa...


Come farebbe a tradire quegli occhi?


Daniele



5 commenti:

  1. Eccomi qui, caro Daniele, a commentare quello che ho vissuto ieri, partecipando alla seconda giornata del corso, da veterana.
    Come fare a convincere quei ragazzi, quei bambini, quegli adulti seduti all'interno del cerchio che stanno vivendo forse la più straordinaria occasione della loro vita, e che hanno il DOVERE di provarci fino in fondo? Come fare a convincerli che tutto quello che Chiara dice e racconta con la sua solita magnetica efficacia é assolutamente e spesso dolorosamente vero, e troverà riscontro nella vita di tutti i giorni, quando ci si troverà ad affrontare le nostre piccole grandi battaglie?
    Però, in fondo capisco anche che é un percorso che ognuno di loro deve fare, così come lo abbiamo fatto noi (giusto Daniele?), passando per piccoli trionfi e grandi sconfitte.
    Che emozione, salendo le scale per arrivare alla sala, sentire la voce forte e decisa di Chiara che incitava a ripetere per la centesima volta la stessa parola! Anche se non avessi chiesto alla reception dove fosse il corso di psiodizione, la sua voce mi avrebbe guidato...
    E che emozione rivedere Gianluca, che non avevo più rivisto da dicembre, con il suo sorriso sincero e affettuoso! E rivedere Fausto, compagno di corso, e conoscere infine te di persona, con tanto di presentazione da parte di Chiara...anche se i tuoi occhi mi avevano già detto "io sono Daniele".
    E ogni volta torno a casa con qualcosa di più...nuovo entusiasmo, nuova consapevolezza di voler continuare su quella strada intrapresa quel lontano 28 novembre dell'anno scorso, primo giorno di corso.
    Grazie a tutti e a prestissimo.
    Paola

    RispondiElimina
  2. Cara Paola,
    un brivido mi corre lungo la schiena nel sentire quanto affetto ricevo....finalmente..
    Nel sentire che sono un essere umano pieno di sentimenti e di capacità REALI (non nel senso di sangue blu) e non una macchina difettosa, malfunzionante!!
    Ma le capacità bisogna esprimerle, farle uscire e renderle piacevoli e trasmissibili...un balbuziente lo fa?

    Direi proprio di no!!

    Io lo voglio fare...la mia natura mi spinge a comunicare non solo con la scrittura ma anche muovendo aria con suoni interessanti, piacevoli da ascoltare...

    Sono sotto pressione col lavoro ma per nulla al mondo mi perderei una giornata di corso...sotto casa mia!!

    Devo scappare...è tardi!!
    Ciao Paoletta
    Dani

    RispondiElimina
  3. Ciao Daniele,
    anche a me vengono i brividi a leggervi...
    Venire a Verona, su consiglio di Chiara, è stata proprio un'ottima idea...ed hai ragione te...quanta umanità e quanta sofferenza, ...ma anche quanta energia, quanta forza e quanta voglia di vivere, come del resto ogni volta che incontriamo Psicodizione, Chiara e i suoi ragazzi (Emanuele è tornato raggiante e caricato a mille, oltre che molto più competente sugli strumenti...in soli due giorni...ma intensi!!!).

    Prima di tutto volevo dirti che è stato davvero un piacere conoscerti e sopratutto parlare con te, lunedì sera a cena in pizzeria...ti assicuro che la tua COMUNICAZIONE è stata fantastica (i tuoi pacchettini li ho ricevuti tutti ... con gioia) e si coglieva benissimo la tua forza, il tuo interesse e la tua voglia di interagire con noi.
    Non mollare (ma non c'è bisogno che te lo dica io!)...anzi penso proprio che potrai essere di esempio e di aiuto anche agli altri ragazzi che sono lì a Verona, quando nascerà il gruppo di Psicodizione di Verona. Sai...io vi ho già sponsorizzato, parlando al corso con qualche genitore che si mostrava preoccupato per il dopo corso, ho detto loro che sicuramente Chiara, Gianluca e Anselmo vi seguiranno e poi ci saranno i veterani che creranno il gruppo di Verona, a cui potrete rivolgervi e chiedere aiuto.
    Ricordo che a cena in qualche occasione mi hai bacchettato, facendomi notare che certi discorsi non vanno fatti con Emanuele o che certe etichette sui balbuzienti vanno evitate e te ne sono grata... i tuoi rimproveri mi hanno fatto riflettere...Caspita da genitori quante volte sbagliamo!!! e com'è difficile capire qual'è la cosa giusta da fare per i figli!!! Di sicuro avere incontrato Psicodizione è LA COSA GIUSTA per Emanuele! Ne siamo fermamente convinti io e Mario.
    Daniele, un'ultima cosa...Lorenzo (è lui il piccino)... penso anch'io che a volte lo trascuriamo (lui è quello forte...di 5 anni...che ridere!!), ma sai, questi erano i giorni di Emanuele...chissà davvero se capirà!!!

    PS. salutami tanto Andrea e Marco, perché ieri sera siamo venuti via dal corso velocemente (era tardi e c'era da rientrare a Firenze) e mi sono subito resa conto che non li avevamo salutati direttamente...dai loro un forte abbraccio da parte mia ed un "in bocca al lupo" grande grande.
    Saluti anche a Paola, che avevo letto su queste pagine e che ho intravisto al corso (ero dietro di te quando ti sei spostata, nell'angolino)...spero di incontrarvi tutti di nuovo, presto ....e poter parlare con voi...occhi negli occhi...senza mollare il bersaglio...
    ...di sucuro sul blog non vi mollo...

    Daniele, tienici aggiornati sul corso!!! E mi raccomando, in gamba!!

    Un abbraccio
    Laila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laila,

      ti saluto Andrea e Marco ma puoi farlo anche tu su queste pagine..loro sono spesso collegati.
      Peccato che non abbiate potuto restare fino ad oggi...ma mi dici che Manuel in soli due giorni ha ripreso intensità e ciò non mi risulta strano: è successo anche a me.Salutami Mario e...forza Viola!!
      DAniele

      Elimina
  4. Ciao Laila,
    mi dispiace non averti riconosciuto e almeno salutato...Scusami! Le ore del corso sono cosi intense che la prima volta che ho guardato l'orologio erano già le 20 e non me ne ero nemmeno accorta. Ero talemente concentrata, quasi rapita, dalle parole di Chiara! Spero ci siano altre occasioni per conoscerci.
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina