lunedì 5 marzo 2012

"Ho visto visi e voci di chi ho amato... prima o poi andar via..."

Giorno 13-Il ritorno

Qualche volta, alcune frasi viste o sentite ci restano nel cuore... non andranno più via...
Una di queste l'ha scritta e cantata Claudio Baglioni in "Strada facendo"..

Ci incontriamo per una frazione di secondo della nostra vita, ci amiamo senza sapere bene perchè...
e poi ci lasciamo... dicendoci "ci vediamo dài..."... sappiamo benissimo che, per molti di noi non sarà possibile...

Forse è così solo per me...ma ho un dolore sordo nel cuore che esce copioso nelle mie lacrime...

Ogni tanto, in piccoli flash, il computer freddo che è il cervello cerca di mandare qualche segnale per riprendere il controllo a lui sfuggito:"...che figura stai facendo...finiscila di piangere...sei un' uomo...piangi come un bambino??"

Il cuore....ahhh il cuore è molto più forte puro e coraggioso...il pensiero viene zittito ed  inizia a parlare di nuovo..

..le sue parole sono sublimi canti dal paradiso..ma...si bloccano alla gola..non escono...e io soffro per tutto l' amore che provo e non manifesto...mi calmo....guardo il sorriso felice di  Pietruzzo, il belllissimo taglio degli occhi di  Mattia o la bellisima Marta che piange... lo sguardo furbo, di quello che ha già capito tutto di Andreino.... guardo la fierezza adolescenziale di Franceso e sento male di nuovo alla gola...un po' d'acqua...guardo in alto, mi distraggo un attimo...mi giro vedo Giancarlo rosso e con gli occhi lucidi... e ritorna il groppo...

Poi...alzo la mano...parlo io...forse poi finirà questa dolcissima pena..

"carissima Chiara, miracolo di luce inviato da Dio sulla terra, forte condottiero, mamma amorevole e severa, la tua energia ed il tuo amore per noi ci ha portato per mano fuori dall' inferno della rabbia, della frustrazione, della rinuncia, della falsita d' animo, della cattiveria, dai rapporti difficili e limitati che il nostro comunicare accartocciato e distorto ci assegna.."
"Più volte ho visto l' abbisso della disperazione, sono anche caduto nel fuoco dell' inferno ma, all' ultimo istante.... ho sentito una luce di speranza...una luce di amore che diceva...non è finita finchè non è finita...non è finita finchè non è finita"
"La parola fluente che mi stai insegnando non è il regalo più grosso che mi hai donato....qualcosa di più magico e profondo sta uscendo con frequenze altissime dal mio cuore...sta uscendo tutta la mia umanità frenata in una vita  di sofferenza...di non espressione...di espressione rabbiosa e addolorata...di rapporti mai sinceri e rilassati..di pensieri sempre più forti e pericolosi...di sensi di colpa fortissimi e difficili da vivere...non esprimere significa non vivere...ed allora?
"Tutto questo mi porto via, centro dell' universo.....tutto ciò che è molto di più di un suono pulito, molto di più di una frase detta correttamente...senza pausette...o colpi con i piedi od occhi chiusi...o scivoli per partire o blocchi più visibili...

Tutto questo avrei voluto dirti, Chiara...ma la gola si è bloccata così forte...il mio corpo è rimasto in quella sala ma il mio spirito no...e non so neanche cosa ho detto... ricordo solo "Vi amo tutti..e vedo la bellezza nelle persone" mi risuona ancora ....

La bellezza nelle persone...la grazia in un essere umano, trasandata e sfortunata che chiede la carità per strada..
gli occhi preoccupati di un uomo che passa di fretta per strada...sento la sua paura..dio mio ma è bellissimo...è umano...i sensi sono vivi...accesi..VIVO!!

Mi porto via una nuova nascita, quella del cuore e dell' anima: non so dove mi porterà, ma sicuramente mi farà vivere una vita migliore per me e per tutti quelli che sono indissolubilmente collegati con me in questa rete di energia buona.

Grazie.
DAniele








8 commenti:

  1. Grazie, Daniele, di questo percorso che mi hai fatto fare seguendoti giorno per giorno.
    Ho incontrato Chiara lo scorso novembre a Mestre e se ho un po' di invidia nei tuoi confronti è che di non averla incontrarla 15 anni fa quando avevo allora la tua età. Quanta umanità in quella sala l'ultimo sabato! Avendo già provato altre strade non mi sembrava possibile che ci fossero ancora delle possibilità per uscire da questo nostro tunnel della balbuzie. E invece constato che si può e che tocca a me mettermi in gioco usando proprio gli strumenti del corso.
    Auguro a te un buon cammino, una costante perseveranza, non mollare mai. Anche se costa fatica, impegno, energie mentali.
    Ciao, Fausto

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio Fausto,
    veramente! le tue parole sono una conferma: il corso inizia adesso..
    Un abbraccio
    DAni

    RispondiElimina
  3. ciao daniele, sono un ex corsista di psicodizione anchio e ho letto con tanta passione e godimento il tuo blog giorno dopo giorno promettendomi che alla fine del tuo corso avrei trovato qualche minuto per commentarlo ringraziandoti e congratulandomi con te per il magnifico percorso che ci hai fatto rivivere fuori e dentro di te come se appartenesse anche a noi...tra l'altro il mio corso l'ho vissuto un po come te, "fuori porta" dato che anchio ogni giorno per raggiungere la sede di Bari mi facevo 200Km...nonostante cio un esperienza fantastica da vivere al massimo e farla propria nella quotidianita perchè ti cambia la vita...spero di incontrarti dal vivo prima o poi, magari a qualche stage...aspettando quel momento pero ti auguro di vivere questa nuova vita al massimo godendo a pieno di tutto l'amore che ci circonda!!!a presto(spero) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alex,
      il tuo affetto è sincero e si sente...
      mi capisci come fossi me e questo ci avvicina..
      Anch'io spero di conoscerti..
      DAniele

      Elimina
  4. Daniele....io ho poche parole da dirti....perchè sai che cos'ho io nel cuore.............. GRAZIE...GRAZIE A TUTTI...io sono orgogliosa di avere conosciuto così tanta gente SPECIALE!!!!!!!!!!! a prestoooooooo...speroooooooo..ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. idem per me Denise...felice di avervi conosciuto e fiducioso in un futuro libero...la libertà è una condizione mentale da ricercare....nulla e nessuno possono toglierla..
    ciao
    DAni

    RispondiElimina
  6. Ciao Daniele,
    ci sei ancora? possiamo continuare a scrivere??
    Sono curiosa di sapere come sta andando l'impatto con il mondo dei cosiddetti normoloquenti. I 13 giorni del corso si vivono quasi in apnea, praticamente solo tra balbuzienti, e sempre con quel pensiero unico e fisso. A me é servito qualche giorno di "decompressione" per riprendermi. Mi sentivo...ecco, destabilizzata é la parola giusta. Poi, superato lo shock, inizi a metterti alla prova, sempre però con un po' di paura e di ansia di non farcela. E lì arriva il bello...tanto l'ansia per noi ci sarà sempre. Lo dice anche Chiara!!
    Un grossissimo in bocca al lupo
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paoletta,
      sì ci sono ancora...
      §Uguale per me, ma lavorando vedo progressi...
      Se ti va vieni ancora a trovarci sul blog...
      Scriverò Del mio "decorso" e del corso di Verona..
      Ciao
      Un abbrccio
      DAniele

      Elimina