lunedì 26 marzo 2012

CCCCCcccccccCCCCCC

"Danieleeee!!Danieleeee!!

Si...mamma...dimmi...

Vai a prendermi le uova dal fruttivendolo che devo fare la torta...
Tieni, prendi 500 lire di uova!!"


uffa...uffa...ma perchè proprio a me??
non poteva dirlo a Luciano...o a Gianfranco che sono più grandi...
le dico che mi fa male la pancia e non ci vado...
le dico che mi sono fatto male al piede e non posso camminare..
si dài... e dopo?come faccio a giocare a pallone??

vabbè ci vado...speriamo bene..ma perchè mi batte forte il cuore??

"..ciao bello cosa vuoi?"

CCCCccccCCCCC
ma.....ma... perchè tutti mi guardano...e con quelle facce?mica sono malato..
mi sono stufato...adesso spingo e glielo dico e mene vado...

CCCCccccCCCCC

...cos'è questa nebbia?? in giugno....e dentro al negozio poi...
ma perchè non esce la voce....?

CCCCccccCCCC

" poverin, 'sto buteleto...dime belo..vuoi cipolle.."

ho i soldi in mano, indico le uova e capiranno...ma che figura...
no!! voglio dirlo....non posso mica umiliarmi a scriverlo...che ci vuole....

CCCCccccCCCC

guardale....non sanno più cosa indicare...con la C ma non inizia con C...io voglio uova...

vuoi che veniamo a casa tua...a chiedere alla mamma?

ma siii, figurati sai che vergogna...che ci vuole a dire Cinquecento lire di uova?
adesso cosa è questo caldo...ecco...ecco...vado dal Ciano e gli dico se viene lui...
torno in cortile e gli chiedo se viene lui...viene... è mio fratello e capisce..

...ecco mamma...ecco le uova.....ma perchè mi sento così???
perchè mi sento diverso dai miei amici??...come faccio adesso??
maaa sììì....passerà..

Daniele






2 commenti:

  1. ciao daniele,sono un quasi 40enne che da 4 mesi circa ha frequentato il corso a mestre. leggendo questo scritto mi ritorna in mente a quando ero io piccolo:quante umiliazioni e insofferenze che avevo passato! mi ricordo tutte quelle volte specialmente a inizio anno scolastico o nei vari uffici, quando dovevo dire il mio nome e cognome (ci mettevo anche 5 minuti).....CHE FIGURE!!!!! o quando dal salumiere dovevo dire p.......p....p....rosciutto,e il salumiere mi chiedeva: "lo vuoi cotto o crudo?????".....CHE VERGOGNA!!!!!! e quando mi portavano dai soliti logopedisti o i classici dottori della parola.....CHE SOFFERENZA!!!!! per fortuna dopo, crescendo e essendo più grande, questi malesseri terrificanti si sminuiscono per forza di cose.
    con questo finisco col dire che dopo il corso di psicodizione questi ricordi stò cercando di toglierli spero un giorno definitivamente dai miei pensieri.
    MIRKO-MESTRE 2011

    RispondiElimina
  2. Ciao Miorko e grazie di aver scritto..

    dai pensieri se ne vanno se sono veramente superati...
    altri pensieri di altissima frequenza verranno...pensieri di pace col mondo e pace nel nostro cuore...autostima..allegria e sicurezza vengono in modo spontaneo...
    §Il nostro disturbo non è il più grave,,ma il più visibile e ridicolo perchè per (quasi) tutti parlare è la cosa più facile del mondo...altra cosa è comunicare e in questo pochi lo sanno fare...Chiara ci insegna anche a comunicare...che regalo!!
    A presto.
    DAni

    RispondiElimina