mercoledì 29 febbraio 2012

Non balbettare....costa!!

Giorno 9

Eh si, questo non era nel preventivo...nessuno di noi ci aveva pensato!!
No, no....se tornassi indietro NON farei il corso di Psicodizione per superare il blocchi della balbuzie!!

Stavo così bene prima:

  • Poca fatica, non dovevo spingere;
  • Nessuna necessità o bisogno di comunicare con nessuno;
  • Gli amici mi conoscono e non ridono più..si sono abituati;
  • La mia vita scorre in binari ben tracciati, che fatica uscire dalla strada segnata..
  • Gli altri spesso mi evitano: meglio così...meno scocciature;
  • In fondo non è cosi importante comunicare...se fossi muto?
Maaa siii...ho sbagliato...eppoi...quanto tempo perso e quanta fatica..no,no

Ieri sera poi, al ritorno in autostrada, mi sono fatto fare compagnia, al telefono, da un amico
di vecchia data...

Ho chiamato io...

Anche lui balbuziente...ci conosciamo da trent'anni, da quando frequentavamo, insieme ad altri amici, lo studio di uno psicologo, ex balbuziente, che ha cercato per qualche anno di farci uscire da questo disturbo...

MA!!!COSA SUCCEDE????

GLI PARLO DI COSA STO FACENDO, DEL CORSO DI MILANO, MI VENGONO IN MENTE GLI OCCHI PIENI DI DETERMINAZIONE, DI LUCE, DI FUOCO DI CHIARA E...MIRACOLO...

  • FISSO I FARI DEL CAMION CHE HO DAVANTI..
  • VISUALIZZO LE PAROLE, PREPARO LA BOCCA E...PROGRESSIONE
  • SPINGO SULLE CONSONANTI CON I MUSCOLI FACCIALI
  • LA MIA VOCE PRECEDE LA MIA PANDA...
  • GLI DICO PROPRIO CIò CHE VOGLIO DIRGLI....
E lui?
Ascolta!
Non ci parliamo addosso, come al solito, interrompendoci l' un l' altro....
Io faccio le pause e lui non attacca a balbettarmi addosso...si aspetta ciò che sto per dirgli..
Gli parlo di come si svolge il corso...BERGAMO
Gli parlo della determinazione ad esercitarsi che necessita...PALAZZOLO
Gli parlo di come sono arrivato al corso.. BRESCIA EST
Gli parlo di cosa voglio fare della mia vita adesso...PESCHIERA
Gli parlo della conferenza di Verona del sei marzo...SOMMACAMPAGNA
Sono al casello...pago...parlo...parla lui...
Gli parlo del nuovo lavoro su internet che sto avviando, lui ride e mi dice.."quale lavoro??"
Gli chiedo se gli è veramente arrivato ciò che volevo COMUNICARE...
Mi dice che ha veramente capito ciò che gli ho "spedito" e che è molto felice per me..

Ma....ma....sono sotto casa????
"..ciao marco, ti saluto sono sotto casa..ci vediano il sei marzo a Verona alla conferenza"

COOSAA!!!!UNA TELEFONATA DA MILANO A VERONA???

Ho capito dovrò cambiare il piano tariffario della telefonia e pagare un fisso....

NON BALBETTARE COSTA!!
Daniele




20 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione Daniele (non per il piano tariffario...il mondo della telefonia é pieno di promozioni!!): il mio più grande shock da superare é stato quello di accettare di essere balbuziente, e quindi accettare di "fare qualcosa per non balbettare più". In fondo - pensavo - sono più di 40 anni che parlo così, mi sono diplomata, laureata, sposata, ho un lavoro dignitosissimo, mi sento amata, rispettata, apprezzata...
    ormai é diventata "la mia caratteristica".
    Ma sei scema??
    Caratteristica??
    E io che ho sempre pensato che tutti si ricordassero di me perché ho degli invidiatissimi capelli ricci!! Illusa. Tutti si ricordano di te perché sei quella che "parla in modo un po' strano".
    Certo che siamo strani NOI BALBUZIENTI.
    Grazie di cuore per darmi la possibilità di raccontare un po' anche la mia esperienza, oltre a seguire con passione il tuo fantastico viaggio.

    E' BELLO SENTIRSI IN BUONA COMPAGNIA.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola,

      vedo che siamo tutti vittime degli stessi pensieri...chi più chi meno...
      Abbiamo sete di sentire le tue storie...
      raccontacele, le ascolteremo con voracità!!
      P:S: Assomigli in modo incredibile ad una Paola, ex fidanzata di mio fratello tanti anni fa.
      Ciao

      Elimina
  2. Sono contento di averti accompagnato ieri sera durante il viaggio. Mi è piaciuto scambiare con te le nostre opinioni e sentire con quale entusiasmo stai affrontando questa nuova esperienza.

    Continua così.

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amico,
      non sai quanto il viaggio sia stato luminoso, comunicando con te, anima affine.
      A presto
      DAni

      Elimina
  3. Ogni giorno aspetto con ansia che tu scrivi il diario del tuo corso....è bellissimo capire e condividere tutto ciò che accade dentro di te....sei solo all'inizio di questo stupendo viaggio e sono convinta che tu ieri sera abbia convinto il tuo amico a "mettersi in gioco", a rischiare ed a partecipare a questa fantastica esperienza chiamata PSICODIZIONE...Io,come tu sai, partecipo in maniera "passiva" in quanto mamma di
    Marta ma sai anche che sono entusiasta di tutti i piccoli cambiamenti che sta avendo....credo che con un cucciolo sia un pò più dura perchè va seguita passo passo, va corretta ed ogni tanto devo anche subire i suoi momenti di sconforto e ed i suoi scatti d'ira x il non riuscire a fare un qualcosa....ma CE LA FAREMO.... Ci vediamo dopo....ciaoooi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise,
      il futuro mi sembra migliore quando vedo mamme amorevoli come te...l' amore per la tua creatura ti porterà ad uno spazio di luce e di amore...siamo tutti miracoli di luce, qualche volta oscurata da qualcosa che ci fa soffrire...oddio sto diventando pesante...sorriso, progressione, tensione muscolare..Viaaa
      DAni

      Elimina
    2. non sei mai pesante credimi..anzi quest'idea del diario è formidabile.....com'è andata oggi la lettura? Marta dopo un partenza un po' incerta ha finito in bellezza...era un po' agitata....e qualche lacrimuccia alla fine le è scesa...vorrei toglierle di dosso tutto questo e farmene carico io ma purtroppo non si può.questa sera la guardavo fare gli esercizi su oovo e mi si stringeva il cuore per tutto l'impegno che ci sta mettendo....dai Daniele...domani sera ci facciamo una pizza tutti assieme....CE LA MERITIAMO!!!!! CIAOOOOO. Denise

      Elimina
  4. Bravo Daniele, la prima parte del tuo post racchiude a pieno un concetto che mi sono trovato ad affrontare a metà corso: ma quanto era comodo "PRIMA"... poi pensandoci.. ma quanto è bello "ADESSO".. Il vero casino è che la parte più difficile del dopo corso è questa scelta.. ovvero il fatto che il metodo funzioni non possiamo negarlo.. è sotto gli occhi di tutti.. ma il vero passo è LA SCELTA di non balbettare più!!! Ed è una scelta che chi non balbetta non può comprendere.. ormai ci siamo creati tutti i nostri bellissimi alibi "se non balbettassi farei.. se non balbettassi sarei..." diciamolo chiaro: Quanto ci fa comodo in certe situazioni essere balbuzienti? E' difficile ammetterlo ma è così!!! Devi solo decidere da che parte stare... nel momento in cui decidi di voltar pagina sai che hai tutti gli strumenti per poterlo fare.. allora ti auguro di avere il coraggio di cambiare. Ti abbraccio Daniele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DA quello che scrivi capisco la tua scelta...
      facci entrare nel tuo cuore...
      DAni

      Elimina
  5. Si Piervito, non balbettare più fa PAURA. Pazzesco, se ci pensi...mi scopro a stupirmi dei suoni puliti e fluidi che escono dalle mie labbra e penso "ma questa non sono più io". No, errore, sono la nuova io, e ti pare che dopo tutta la fatica che ho fatto voglio tornare indietro!!
    Che bello condividere la propria esperienza con chi capisce esattamente quello di cui stai parlando.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dillo a me PAola...
      oggi chiara ci ha fatto leggere..
      Occhi lucidi e vivi dopo aver letto in pubblico scandendo le parole e restando dentro i suoni...i miracoli a volte succedono!
      Bacio
      DAni

      Elimina
  6. Daniele, questo post mi ha fatto morire dal ridere!;)
    P.S. Già al nono giorno?

    Wow!

    Elenia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elenia,

      domani giorno 12 (pizzetta insieme) e poi chiusura con lacrimoni (io sicuro)..
      DA dove ci scrivi?
      DAni

      Elimina
  7. Concordo che questo è il post più bello perchè questa è la scintilla che tu Daniele hai capito prima di domani mattina quando Chiara te lo dirà chiaro e tondo.
    Dovete abbandonare la vostra situazione di COMFORT se volete smettere di balbettare.
    Ognuno ha la propria.
    La mia poi te lo dico è enorme.
    A 27 anni ero riuscita a relegare la balbuzia solo in alcune situazioni ma il metodo per funzionare devi applicarlo sempre, ovunque e con chiunque.
    Purtroppo dover ripensare a ricostruire anche la mia comunicazione sciolta e di comfort provoca dei blocchi inaspettati, post-it vecchissimi che ritornano in faccia come sberle.
    E purtroppo risentire le sberle, ti fa' tremare le ginocchia. Bisogna rischiare di prendere le sberle e capire che questa fase è un passaggio, per qualcosa di più bello, stabile e duraturo.
    Io per abituarmi a pensarci sempre al metodo, su consiglio di Gianluca,mi sono messa delle sveglie sul cellulare ogni tre ore per analizzare la mia comunicazione passata e capire davvero se ho applicato o no il metodo o ero ancora nella mia situazione di comfort.
    Comunque se puoi, continua il blog anche dopo il corso.. è importante.. per tutti quelli che ti leggono!

    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabriella,

      i tuoi consigli mi tengono accceso...ti prego di non stufarti di scrivere e di commentare..quello della sveglia è un consiglio eccezionale...mai mollare!!
      Ciao
      DAni

      Elimina
  8. Ciao Daniele, sono il papà di Brescia ;).Sto facendo il corso da "spettatore" ma sto mettendo in pratica pure io gli insegnamenti di Chiara ....
    Appena arrivato dal lavoro,,doccia e poi partenza per Sesto...
    Ci si vede la ,ciaooooo
    Ettore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ettore,

      ho visto solo adesso il messaggio...è un piacere conoscere il tuo sorriso e quello di Roberta..
      Ciao

      Elimina
    2. CIAO A TUTTI SAREI INTENZIONATA A FREQUENTARE IL CORSO..MA DAVVERO FUNZIONA HO TANTA PAURA DI RIAMNERE DELUSA CIAO A TUTTI

      Elimina
  9. Cara Amica,
    da recente frequentatore del corso ti direi tante cose...ma non te le dico!!
    Ti scrivo solo ciò che è successo a me: uno tsunami di emotività, di risveglio.
    Nell' ultima giornata, di fronte a tante persone ho detto tra le lacrime che sono nato una seconda volta...
    Naturalmente tutto questo non basta.A casa, una volta finito il corso, si deve lavorare ed esercitarsi con gli strumenti che apprendiamo al corso con tenacia ed insistenza...anche se non vedi risultati immediati...
    Non posso dirti di farlo...posso solo dirti di ascoltare il tuo cuore e sentire cosa ti dice..
    La cosa bella è anche quella che puoi tornare a rifare il corso quando vuoi (e io lo rifaccio adesso a verona..)
    Un abbraccio
    Daniele

    RispondiElimina
  10. ti suggerisco di partecipare ad una conferenza informativa gratuita, così potrai prendere tutte le informazioni e la scelta sarà più smeplice e consapevole. ce ne sono in programmazione un pò in tutta italia, tu di che città sei?
    Alberto

    RispondiElimina