mercoledì 29 febbraio 2012

Superare i propri limiti...

Qualcuno dice che per  superare i propri limiti bisogna buttarsi anche senza rete...
E' ciò che feci qualche anno fa, telefonando a Radio DJ, in diretta, una mattina in cui
il tema portante era la balbuzie...
A LINUS e NICOLA SAVINO non sembrò vero poter mandare in diretta un balbuziente vero e proprio...
Siete pronti?Questo "mostro" con una bocca disarticolata ero io...

Ciao e lascia commento (sincero) e dimmi se ho fatto bene a buttarmi...
DAni
Clicca sul link seguente ed inserisci la password:
psicodizione

 http://www.screencast.com/users/dany2/folders/linus%20e%20daniele%20a%20radio%20dj

Non balbettare....costa!!

Giorno 9

Eh si, questo non era nel preventivo...nessuno di noi ci aveva pensato!!
No, no....se tornassi indietro NON farei il corso di Psicodizione per superare il blocchi della balbuzie!!

Stavo così bene prima:

  • Poca fatica, non dovevo spingere;
  • Nessuna necessità o bisogno di comunicare con nessuno;
  • Gli amici mi conoscono e non ridono più..si sono abituati;
  • La mia vita scorre in binari ben tracciati, che fatica uscire dalla strada segnata..
  • Gli altri spesso mi evitano: meglio così...meno scocciature;
  • In fondo non è cosi importante comunicare...se fossi muto?
Maaa siii...ho sbagliato...eppoi...quanto tempo perso e quanta fatica..no,no

Ieri sera poi, al ritorno in autostrada, mi sono fatto fare compagnia, al telefono, da un amico
di vecchia data...

Ho chiamato io...

Anche lui balbuziente...ci conosciamo da trent'anni, da quando frequentavamo, insieme ad altri amici, lo studio di uno psicologo, ex balbuziente, che ha cercato per qualche anno di farci uscire da questo disturbo...

MA!!!COSA SUCCEDE????

GLI PARLO DI COSA STO FACENDO, DEL CORSO DI MILANO, MI VENGONO IN MENTE GLI OCCHI PIENI DI DETERMINAZIONE, DI LUCE, DI FUOCO DI CHIARA E...MIRACOLO...

  • FISSO I FARI DEL CAMION CHE HO DAVANTI..
  • VISUALIZZO LE PAROLE, PREPARO LA BOCCA E...PROGRESSIONE
  • SPINGO SULLE CONSONANTI CON I MUSCOLI FACCIALI
  • LA MIA VOCE PRECEDE LA MIA PANDA...
  • GLI DICO PROPRIO CIò CHE VOGLIO DIRGLI....
E lui?
Ascolta!
Non ci parliamo addosso, come al solito, interrompendoci l' un l' altro....
Io faccio le pause e lui non attacca a balbettarmi addosso...si aspetta ciò che sto per dirgli..
Gli parlo di come si svolge il corso...BERGAMO
Gli parlo della determinazione ad esercitarsi che necessita...PALAZZOLO
Gli parlo di come sono arrivato al corso.. BRESCIA EST
Gli parlo di cosa voglio fare della mia vita adesso...PESCHIERA
Gli parlo della conferenza di Verona del sei marzo...SOMMACAMPAGNA
Sono al casello...pago...parlo...parla lui...
Gli parlo del nuovo lavoro su internet che sto avviando, lui ride e mi dice.."quale lavoro??"
Gli chiedo se gli è veramente arrivato ciò che volevo COMUNICARE...
Mi dice che ha veramente capito ciò che gli ho "spedito" e che è molto felice per me..

Ma....ma....sono sotto casa????
"..ciao marco, ti saluto sono sotto casa..ci vediano il sei marzo a Verona alla conferenza"

COOSAA!!!!UNA TELEFONATA DA MILANO A VERONA???

Ho capito dovrò cambiare il piano tariffario della telefonia e pagare un fisso....

NON BALBETTARE COSTA!!
Daniele




martedì 28 febbraio 2012

La tecnica

 Lunedì 27.02.12
Giorno 8

Dopo il rito della "prova" di mezzo corso si torna alla pura tecnica.
Che bellissima domenica è stata: una giornata luminosa e soleggiata, con vista alle montagne come a Milano raramente succede...sembrava  il sole volesse salutare queste persone di tutte le età...persone nate una seconda volta.

Chiedete all' interista Andrea con una tensione facciale massima, all' espressivo Nicola, allo scherzoso e simpaticissimo Giancarlo che si deve spostare per non picchiare la testa sul soffitto del soppalco (1.98) allo sguardo geniale e straordinariamente intelligente di Pietro...

Chiedete al sempre attento Mattia, all' intellettuale insegnante Antonio, al giovane sorridente e chiaccherone Andrea, al serio e concentrato Luca....

Chiedete a loro se non si sentono nati una seconda volta!

Non chiedetelo a me perchè sapete già la risposta...la strada mi sembra una passeggiata...imbocccare quell' autostrada così trafficata è come uscire di casa per andare al bar sotto casa con gli amici..un piacere!!

Come potrebbe essere altrimenti?

Oggi mi dicono che ci sarà un corso a casa mia, a Verona...come pensate che mi senta oggi?

Mi sento che devo lavorare ancora molto per superare la balbuzie...che ho solo iniziato il cammino, certo in modo deciso e sicuro ma non sono ancora arrivato, mi impongo di pensare.

Ci sono già passato: balbetto da 41 anni e qualcosa ho provato a fare: addirittura una volta, dopo pochi giorni, ero "guarito".Non era vero... era solo una parte di me che non voleva cambiare ed allentava la presa per non far usare la tecnica necessaria.

Questa volta è diverso...è diversa la tecnica, sono diverso io.

Oggi, ultimo giorno di un infaticabile Gianluca (molto passionale, paziente e professionale) mi ha confermato che la liberazione passa solo ed esclusivamente da una abitudine cancellata da un' altra abitudine guidata, calibrata e non impossibile da "portar fuori".

Per questo motivo dobbiamo iniziare a fare degli esperimenti nel mondo reale: molto piccoli ma numerosi e mirati a testare le nostre abilità aquisite...

Una nota di grandissima stima,da genitore io stesso, ai genitori di Francesco, di Pietro di Mattia di Martina di Andrea e di tutti gli altri che non ho conosciuto, per l' amore che dimostrano verso i  bambini ed il loro futuro.

Un migliore futuro per loro equivale, anche se di pochissimo, ad un migliore futuro per tutti noi.

Daniele

I genitori raccontano... from PsicoDizione on Vimeo.




lunedì 27 febbraio 2012

La telecamera non ha opinioni!

 Domenica 26.02.2012
 Giorno 7

Oggi sono passato sotto le forche caudine della telecamera..
Pensavo che il giogo fosse inaccessibile, e che si sarebbe stretto intorno al mio collo..al momento del mio passaggio...
Lo pensavo fino al momento in cui Gianluca ha chiesto a Marzia: "..Daniele o Antonio?.."

La "D" di ddddaniele, così strozzata da sempre tra le mie labbra, aggravata da migliaia di post it dalla "D" del cognome ed alla seconda lettera della mia professione, odontotecnico, (preceduta da una O da aprire al massimo, tanto che il mio giro di parole era " ho un laboratorio odontoprotesico"..per prendere la rincorsa)
è uscita senza sforzo dalle labbra di Gianluca...

Un umano batticuore, adrenalina che entra in circolo come un' automobile nel traffico milanese, reazione biochimica di paura e di allerta [PERICOLO!!!PERICOLO!!!CRITICITA' DI SISTEMA!!!MANCANO 20 SECONDI ALL' AUTODISTRUZIONE!!!] sembra ripetere la voce metallica e non umana dei film di fantascienza..

 "....ecco... adesso mi si annebbia la vista, le mani mi sudano la saliva fugge...gli occhi si assentano....tutti pensano...poverino!!.."

Un attimo e gli occhi miei e di Gianluca sono collegati...lo percepisco...mi percepisce..
Mi tornano alla mente, in un nanosecondo, le parole di Chiara, alla conferenza:


"Chi non balbetta, mi dica: batte il cuore, sudano le mani, si annebbia la vista in momenti di forte stress o di importanza maggiore?"

La risposta della sala non poteva essere che una: SI!!

Perchè dovrei essere diverso io?

Mi sudano le mani, mi tremano le gambe, ma...

 LA PAROLA ESCE...

Si inceppa un attimo, riprendo il controllo spingo, apro, tiro, accellero, freno...accendo i fari...metto la freccia...le faccio tutte...forse male...non ancora perfettamente se vogliamo ma...

PARLO E SOPRATTUTTO COMUNICO...
IL MIO MESSAGGIO ARRIVA..
...SARA' INTERESSANTE O MENO,COMUNQUE NON DIPENDE DA ME!!
PER ME LO ERA E CIO' A ME BASTA!!
MI BASTA CHE IO...SI PROPRIO IO MI SENTA BENE E ORGOGLIOSO DI ME STESSO...
AVRO' TEMPO PER ABITUARMI AL PARLARE FLUENTE..E RICORDARE QUESTI GIORNI CON NOSTALGIA TANTO CHE VORREI TORNARE A BALBETTARE..
MA NON LO FARO'...NON BALBETTERO' MAI PIU'..
MI DIMENTICHERO' DEI VOLTI E DELLE VOCI CHE STO AMANDO COSI' TANTO IN QUESTI GIORNI...ANDRANNO VIA COME TUTTE LE ALTRE VOCI E TUTTI GLI ALTRI VOLTI...COSI' E' LA VITA..
RESTERA' SOLO, IN UN POSTO COSI' PROFONDO DEL MIO CUORE CHE SARA' SOLO MIO,
QUEL SENSO DI GRATITUDINE PER AVER PROVATO CIO' CHE STO PROVANDO ANCHE ORA CHE SCRIVO...E PER CHI ME LO HA DONATO....

Daniele

domenica 26 febbraio 2012

Grazie

Voglio ringraziare tutti gli amici che hanno lasciato un commento..
ho letto tutto con voracità ed affetto ma non riesco a rispondere uno ad uno..
Il corso che sto frequentando mi assorbe tutta la giornata...
Qualcuno mi diceva che sono un pazzo a pensare di andare a Milano ogni giorno...
Se questo vuol dire essere pazzo...io sono pazzo!!

Grazie Roberta
Grazie PAola
Grazie Eleonora
Grazie Liala
Grazie Piervito
Grazie Gabriella
Grazie Denise
Grazie MAtteo Vita
Grazie Ida
...e tutti gli "anonimo"...
Grazie Daniele

Francesco

Corso di PsicoDizione
Giorno 6 
Oggi e domani sono i giorni dedicati al lavoro in videocamera...noi, di fronte ad un pubblico, di fronte all'occhio spietato di una videocamera...

E' sabato sera...tornato dal corso di Sesto, dopo il lavoro tosto del sabato, alle tre, in tempo per la partita del mio Gianluchino...vado al lavoro per preparare la mattina di lunedì...

Dopo una settimana di trecento chilometri al giorno del tragitto Verona-Milano sono stravolto..
chiudo il laboratorio e scendo, passo nella piazzetta verso la macchina e vedo la vecchietta...
...è sempre lì, sotto casa con una sedia per vedere passare la vita...mi saluta e come sempre rispondo...
ma stavolta....stavolta mi fermo e le parlo...sono sempre di fretta  e, lo ammetto, qualche volta penso...speriamo non mi fermi...

Stasera mi fermo io...la guardo come non la avevo mai vista...è veramente trascurata dimostra ottanta anni ma ne avrà si e no settanta...ma ha due occhi di un blu spaventoso...profondi, grandi ed espressivi, cerchiati però di un rosso vernìmiglio come se avesse pianto tutta la vita...forse si...

Mi racconta per la centesima volta di suo figlio....e....mi colpisce il suo dolore rassegnato...le ha detto che andava a pranzo a trovarla e lui....non è andato e non ha avvisato..

La fisso negli occhi e mi dispiace per lei e le dico" una mamma cresce otto figli e otto figli non curano una mamma...." lei sorride, sembra non capire ed attacca con la figlia che lavora in tintoria...

non ci credo....mi interessa quello che dice!!

La sua umanità mi penetra e sto per piangere...un nodo alla gola mi strozza la voce...parla lei..
mi dice che sua figlia le amministra la pensione e quando ha bisogno di qualcosa la chiama...ma il suo telefono funziona male ed a volte le risponde che non.....può rispondere.."ma non l'è mia me fiola che parla"(ma non è mia figlia che parla)...
..sorrido e le dico che sono voci registrate che rispondono quando il telefono non riceve...

Mi scopro di avere veramente voglia di stare con lei..."dentro" la conversazione con lei....mi sento bello e la vedo bella...una bella donna passa e mi guarda,  tiene lo sguardo nei miei occhi e non lo tolgo dai suoi...mio Dio stiamo parlando con gli occhi..allora non era tutto...c'è di più, molto di più...

Sento che  sto dando qualcosa alla vecchietta...anche solo una chiacchera...ma per lei vale molto...e vale molto per me..

 Ma cos' è successo oggi??

Oggi Gianluca e Marzia hanno fatto espolodere il mio universo...era un buchetto ora si sta espandendo...mi fa quasi paura....ho paura!!

... sono stato scelto come bersaglio di un bellissimo ragazzo di 15 anni, Francesco, che assomiglia molto...troppo al mio Gianluca, di qualche mese più giovane di lui...al mio Gianluca stessa età e stessi occhi...

Mi ha fulminato con il suo sguardo profondo ed umano che non ho trattenuto le lacrime...
Quanta bellezza su questo pianeta...quanto amore per la vita negli occhi dei bambini...

Quando ha parlato della sua mamma...avrei dato la vita all'istante per sentire parlare così i miei ragazzi..
di me.. forse non lo merito?

Grazie Francesco.

DAniele





venerdì 24 febbraio 2012

Io parlo!!

Corso di Psicodizione
Giorno 5
  
La strigliata di ieri da parte di  Gianluca è servita: io parlo!!

Ed insieme a me, come tanti speaker, si sente un fiorire di voci che fino a quel punto non uscivano od uscivano distorte per lo sforzo della spinta.
Nel viaggio verso Milano, mi sono trovato affiancato in coda
(non succede mai...)ad automobili da cui uscivano, come in un fumetto, dei punti interrogativi :
 
gli automobilisti si chiedevano cosa stesse facendo questo poveretto, in macchina da solo, a parlare ad alta voce e a bocca aperta....

Mi esercitavo con intensità e tenacia.
No! oggi non riesco ad essere scherzoso come il solito.Oggi no!

Oggi qualcosa è successo....qualcosa di indefinibile ma allo stesso tempo reale, tangibile.
Il giorno prima, lo sconforto e la preoccupazione..il giorno dopo lo stupore sulle mie labbra, nei miei occhi e negli occhi dei miei compagni....


Comunicare (non solo far uscire aria dal nostro cavo orale) mi fa scoprire che belle persone, che bei ragazzi, che bei bambini ho di fronte: Francesco, giocatore di basket, 14 anni che somiglia tantissimo al mio Gianluca, 13 anni; mi scopro ad interessarmi a lui come essere umano e ci divertiamo a parlare di basket e di vacanze....mi interessa cosa dice e, ne sono certo, gli interessa cosa dico io...


Mattia, nove anni, che il primo giorno mi faceva tenerezza, rivedevo me alla sua età,  tira forte quelle guance e fa uscire quei dentini, quel taglio di occhi così particolare, ma soprattutto fa uscire una voce che mi penetra fino in fondo...


Cristina, bella ragazza che mi racconta di come il suo ragazzo la aiuti e parli come lei, del suo lavoro e di quello del suo ragazzo: lo vedo con la sua divisa...seppur non so nemmeno chi sia...

Eleonora, che mi dice di non sentire progressione...mi aiuta..lei c'è sempre.

Quanti occhi ho evitato.
Quanta vita mi sono perso!!!

Ora basta, ho un nodo alla gola ...
DAni







La gioia e la felicità in questo viso! from PsicoDizione on Vimeo.

Hai mai visto un asino balbuziente?

In attesa del massacro....

Francesco, Nicola e ...perdonami non ricordo il tuo nome!!
 Giorno 4

No,no non sono loro gli asini!!

.. quarto giorno di corso, sono andato nel pallone...l' insegnante mi ha messo in castigo dietro alla lavagna con le orecchie da asino....me lo merito?
Forse si!!!
Premesso che nessuno si meriti nulla di male quando si parla di balbuzie, io non mi applico abbastanza e, nel confronto a due, non riuscivo a tenere il bersaglio (gli occhi di un amico veterano) e ad usare gli strumenti.


giovedì 23 febbraio 2012